Energia

Normativa Vigente

print

Dm Sviluppo economico 6 luglio 2015

Chiusura dello sportello per la presentazione delle domande per la concessione di agevolazioni per l'efficientamento delle Regioni Convergenza

Ultima versione disponibile al 03/03/2024

Ministero dello sviluppo economico

Decreto 6 luglio 2015

(Gu 14 luglio 2015 n. 161)

Chiusura dello sportello per la presentazione delle domande di agevolazione in favore di programmi integrati di investimento finalizzati alla riduzione dei consumi energetici all'interno delle attività produttive localizzate nelle regioni dell'obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia)

Il direttore generale per gli incentivi alle imprese

Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 e successive modificazioni e integrazioni, recante "Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59";

Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 aprile 2015, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana del 12 giugno 2015, n. 134, recante i termini, le modalità e le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni per il rafforzamento della competitività complessiva di imprese localizzate nelle regioni dell'ex obiettivo "Convergenza" (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), attraverso la realizzazione di programmi integrati di investimento finalizzati alla riduzione ed alla razionalizzazione dell'uso dell'energia primaria utilizzata nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi svolti all'interno di un'unità produttiva, con una dotazione finanziaria pari a euro 120.000.000,00 a valere sulle risorse del Programma Operativo Interregionale (POI) "Energie rinnovabili e risparmio energetico" Fesr 2007-2013;

Visto, in particolare l'articolo 8, comma 6 del predetto decreto che prevede che la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande è disposta con apposito provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese e che le imprese, ai sensi dell'articolo 2, comma 3, del citato decreto legislativo n. 123 del 1998, hanno diritto alle agevolazioni esclusivamente nei limiti delle disponibilità finanziarie;

Considerato che il medesimo articolo 8, comma 6 dispone che, qualora le risorse residue non consentano l'accoglimento integrale delle domande presentate nello stesso giorno, le predette domande sono ammesse all'istruttoria in base alla posizione assunta nell'ambito di una specifica graduatoria di merito, fino a esaurimento delle risorse stesse, e che la graduatoria è formata in ordine decrescente sulla base del valore del rapporto tra gli investimenti per i quali, alla data di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni di cui al presente decreto, siano già sostenuti i relativi costi, nel limite di quelli ritenuti ammissibili dal Ministero stesso, e il totale degli investimenti proposti, e che, infine, in caso di parità di punteggio tra più programmi, prevale il programma con il minor costo presentato;

Visto il decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del 1° giugno 2015, con cui il termine iniziale di presentazione delle domande per l'accesso alle agevolazioni previste dal decreto ministeriale 24 aprile 2015 è stato fissato alle ore 10,00 del 30 giugno 2015;

Considerato che il fabbisogno finanziario relativo alle domande presentate alle ore 24,00 del 3 luglio 2015, ammonta a oltre 120 milioni di euro e supera, pertanto, la dotazione finanziaria complessiva dell'intervento;

Decreta:

Articolo 1

1. Ai sensi dell'articolo 8, comma 6, del decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 aprile 2015 è disposta, a partire dal 4 luglio 2015, la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande di agevolazione in favore dei programmi volti al rafforzamento della competitività complessiva di imprese localizzate nelle regioni dell'ex obiettivo "Convergenza" attraverso la realizzazione di programmi integrati di investimento finalizzati alla riduzione ed alla razionalizzazione dell'uso dell'energia primaria utilizzata nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi svolti all'interno di un'unità produttiva. Le domande presentate successivamente alle ore 24,00 del 3 luglio si considerano decadute.

2. Con successivo provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana e nel sito web del Ministero dello sviluppo economico www.mise.gov.it, è definita la graduatoria di merito per l'ammissione all'istruttoria delle domande di agevolazione presentate in data 3 luglio 2015, in ottemperanza a quanto previsto dall'articolo 8, comma 6, del decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 aprile 2015.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 6 luglio 2015

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598