Rifiuti

Normativa Vigente

print

Ultima versione disponibile al 25/07/2024

Commissione europea

Decisione di esecuzione 22 gennaio 2020, n. 2020/95/Ue

(Guue 23 gennaio 2020 n. 18 L)

Decisione che modifica la decisione di esecuzione (Ue) 2016/2323 che istituisce l'elenco europeo degli impianti di riciclaggio delle navi a norma del regolamento (Ue) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio

(Testo rilevante ai fini del See)

 

La Commissione europea,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea, visto il regolamento (Ue) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 novembre 2013, relativo al riciclaggio delle navi e che modifica il regolamento (Ce) n. 1013/2006 e la direttiva 2009/16/Ce1 , in particolare l'articolo 16,

considerando quanto segue:

(1) L'articolo 6, paragrafo 2, del regolamento (Ue) n. 1257/2013 impone agli armatori di garantire che le navi destinate ad essere riciclate lo siano unicamente negli impianti di riciclaggio delle navi inclusi nell'elenco europeo degli impianti di riciclaggio delle navi, pubblicato a norma dell'articolo 16 di tale regolamento.

(2) L'elenco europeo figura nella decisione di esecuzione (Ue) 2016/2323 della Commissione2 .

(3) La Lettonia ha informato la Commissione che un impianto di riciclaggio delle navi3 situato nel suo territorio è stato autorizzato dall'autorità competente conformemente all'articolo 14 del regolamento (Ue) n. 1257/2013. La Lettonia ha fornito alla Commissione tutte le informazioni pertinenti affinché l'impianto sia incluso nell'elenco europeo. È pertanto necessario aggiornare l'elenco europeo in modo da includere l'impianto in questione.

(4) La Lituania ha informato la Commissione che un impianto di riciclaggio delle navi4 situato nel suo territorio è stato autorizzato dall'autorità competente conformemente all'articolo 14 del regolamento (Ue) n. 1257/2013. La Lituania ha fornito alla Commissione tutte le informazioni pertinenti affinché l'impianto sia incluso nell'elenco europeo. È pertanto necessario aggiornare l'elenco europeo in modo da includere l'impianto in questione.

(5) I Paesi Bassi hanno informato la Commissione che un impianto di riciclaggio delle navi5 situato nel loro territorio è stato autorizzato dall'autorità competente conformemente all'articolo 14 del regolamento (Ue) n. 1257/2013. I Paesi Bassi hanno fornito alla Commissione tutte le informazioni pertinenti affinché l'impianto sia incluso nell'elenco europeo. È pertanto necessario aggiornare l'elenco europeo in modo da includere l'impianto in questione.

(6) La Norvegia ha informato la Commissione che un impianto di riciclaggio delle navi6 situato nel suo territorio è stato autorizzato dall'autorità competente conformemente all'articolo 14 del regolamento (Ue) n. 1257/2013. La Norvegia ha fornito alla Commissione tutte le informazioni pertinenti affinché l'impianto sia incluso nell'elenco europeo. È pertanto necessario aggiornare l'elenco europeo in modo da includere l'impianto in questione.

(7) A norma dell'articolo 15, paragrafo 1, del regolamento (Ue) n. 1257/2013 la Commissione ha ricevuto le domande di inclusione nell'elenco europeo relative a tre impianti di riciclaggio delle navi7 situati in Turchia. Dopo aver valutato le informazioni e i documenti giustificativi trasmessi o raccolti conformemente all'articolo 15 di tale regolamento, la Commissione ritiene che gli impianti soddisfino i requisiti di cui all'articolo 13 di tale regolamento e possano pertanto effettuare operazioni di riciclaggio delle navi ed essere inseriti nell'elenco europeo. È pertanto necessario aggiornare l'elenco europeo in modo da includere gli impianti in questione.

(8) Il Belgio e il Portogallo hanno informato la Commissione che le loro autorità competenti hanno prorogato il periodo di validità dell'autorizzazione concessa agli impianti di riciclaggio delle navi situati, rispettivamente, nel territorio belga e nel territorio portoghese e registrati nell'elenco europeo8 . È pertanto necessario modificare l'elenco europeo al fine di aggiornare la data di scadenza dell'inclusione di tali impianti nell'elenco europeo per tener conto della proroga concessa.

(9) È pertanto opportuno modificare di conseguenza la decisione di esecuzione (Ue) 2016/2323.

(10) Le misure di cui alla presente decisione sono conformi al parere del comitato istituito a norma dell'articolo 25 del regolamento (Ue) n. 1257/2013,

ha adottato la presente decisione:

Articolo 1

L'allegato della decisione di esecuzione (Ue) 2016/2323 è sostituito dall'allegato della presente decisione.

Articolo 2

La presente decisione entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

 

Fatto a Bruxelles, il 22 gennaio 2020

Allegato

 

Note ufficiali

1.

Gu L 330 del 10 dicembre 2013, pag. 1.

2.

Decisione di esecuzione (Ue) 2016/2323 della Commissione, del 19 dicembre 2016, che istituisce l'elenco europeo degli impianti di riciclaggio delle navi a norma del regolamento (Ue) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi (Gu L 345 del 20 dicembre 2016, pag. 119).

3.

"Galaksis N", Ltd.

4.

UAB Demeksa

5.

Sagro Aannemingsmaatschappij Zeeland B.V.

6.

ADRS Decom Gulen

7.

ÖGE GEMİ SÖKÜM İTH. İHR. TİC. SAN.AŞ.; Sök Denizcilik Tic. Ltd. Sti and EGE CELIK SAN. VE TIC. A.S.

8.

NV Galloo Recycling Ghent (BE) e Navalria - Docas, Construções e Reparações Navais (PT)

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598