News - Aggiornamento normativo

Energia

Milano, 18 marzo 2020 - 11:32

Trivellazioni offshore, normativa italiana al vaglio Ue

Energia (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Trivellazioni offshore, normativa italiana al vaglio Ue

Il Consiglio di Stato ha chiesto alla Corte Ue se la normativa che delimita l'area massima di mare per i permessi di ricerca idrocarburi, ma consente quelli per aree contigue aggirando il limite, è in linea con le regole Ue.

 

Con ordinanza 13 febbraio 2020, n. 1154 il Consiglio di Stato ha rimesso alla Corte di Giustizia europea la questione originata da una situazione nascente dalla presentazione di 4 diversi permessi di ricerca idrocarburi off shore presentata da una impresa per attività al largo della costa della Puglia. Ogni permesso riguardava un'area non superiore a 750 kmq (quindi in linea col limite ex articolo 6, comma 2, della legge 9/1991) ma erano contigui sicché, in realtà, la complessiva operazione aveva ad oggetto una vasta porzione di mare, ben oltre il limite di legge. Il Tar aveva ritenuto legittimi i permessi ambientali rilasciati dal Ministero in linea con la legge 9/1991, e il Dm 15 luglio 2015 di attuazione che consente il rilascio di più permessi per aree contigue frutto di differenti procedimenti amministrativi (c.d. "ricerca unificata", articolo 8, comma 1, legge 9/1991).

 

Il Consiglio di Stato ha sostenuto che, se è questa l'interpretazione corretta della legge nazionale, non si ponga forse un problema di compatibilità dell'articolo 6 della legge 9/1991 con la direttiva 1994/22/Ce nella parte in cui consente di rilasciare ad uno stesso soggetto più permessi di ricerca per un'area complessivamente superiore ai 750 chilometri quadrati.

documenti di riferimento
Ordinanza Consiglio di Stato 13 febbraio 2020, n. 1154

Energia - Territorio - Autorizzazione alla ricerca di idrocarburi in mare - Articolo 6, legge 9/1991 - Estensione massima dell’area di mare oggetto del permesso di ricerca - Rilascio di distinti permessi di ricerca per aree contigue che rientrano nell’ambito di una operazione complessiva - Superamento del limite totale di porzione di mare prevista dalla legge - Contrasto con la direttiva 1994/22/Ce - Domanda pregiudiziale sottoposta alla Corte di Giustizia Ue

Legge 9 gennaio 1991, n. 9

Piano energetico nazionale - Aspetti istituzionali, centrali idroelettriche ed elettrodotti, idrocarburi e geotermia

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598