Imballaggi

Normativa Vigente

print

Regolamento Commissione Ue 1183/2012/Ue

Materiali e oggetti in plastica - Imballaggi per alimenti - Modifica al regolamento 10/2011

Ultima versione disponibile al 28/09/2022

Commissione europea

Regolamento 30 novembre 2012, n. 1183/2012/Ue

(Gu 12 dicembre 2012 n. L 338)

Regolamento che modifica e corregge il regolamento (Ue) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari

 

(Testo rilevante ai fini del See)

La Commissione europea,

visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea,

visto il regolamento (Ce) n. 1935/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 2004, riguardante i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari e che abroga le direttive 80/590/Cee e 89/109/Cee, in particolare l’articolo 5, paragrafo 1, lettere a) ed e), l’articolo 11, paragrafo 3, e l’articolo 12, paragrafo 6,

considerando quanto segue:

(1) Il regolamento (Ue) n. 10/2011 della Commissione, del 14 gennaio 2011, riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari stabilisce un elenco dell’Unione di monomeri, altre sostanze di partenza e additivi che possono essere utilizzati per la fabbricazione di materiali e oggetti in materia plastica. Di recente l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (di seguito "l’Autorità") ha pubblicato valutazioni scientifiche favorevoli concernenti altre sostanze che sarebbe quindi opportuno aggiungere all’attuale elenco.

(2) Per alcune altre sostanze, che sono state oggetto di una nuova valutazione scientifica favorevole da parte dell’Autorità, è opportuno modificare le restrizioni e/o le specifiche a suo tempo stabilite a livello di Ue.

(3) Occorre pertanto modificare di conseguenza l’allegato I del regolamento (Ue) n. 10/2011.

(4) La sostanza iscritta con il numero di sostanza Mca 257 e la denominazione dipropilenglicole può essere utilizzata come additivo nelle materie plastiche conformemente alla tabella 1 dell’allegato I del regolamento (Ue) n. 10/2011 in cui figura con il numero Cas 0000110— 98-5. Nella direttiva 2002/72/Ce della Commissione, del 6 agosto 2002, relativa ai materiali e agli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimenta, questa sostanza recava il numero Cas 0025265-71-8. Tale riferimento è stato cancellato all’entrata in vigore del regolamento (Ue) n. 10/2011, che sostituisce la direttiva 2002/72/Ce, in quanto ritenuto superfluo. Tuttavia, considerato che il numero Cas 0025265-71-8 si riferisce alla miscela di isomeri ad uso commerciale piuttosto che alla sostanza pura, è opportuno reinserirlo nel regolamento (Ue) n. 10/2011. È opportuno che il numero CAS 0000110-98-5 sia mantenuto nella tabella 1.

(5) La nota sulla verifica della conformità n. (4) nella tabella 3 dell’allegato I del regolamento (Ue) n. 10/2011 si riferisce in modo ambiguo al simulante D, laddove si dovrebbe fare riferimento al simulante D2. Pertanto, è opportuno che la nota n. (4) faccia riferimento al simulante D2.

(6) Occorre pertanto correggere di conseguenza l’allegato I del regolamento (Ue) n. 10/2011.

(7) Per limitare gli oneri amministrativi gravanti sugli operatori,

è opportuno che i materiali e gli oggetti in materia plastica commercializzati legalmente in conformità alle prescrizioni del regolamento (Ue) n. 10/2011 che non sono conformi al presente regolamento possano continuare

ad essere commercializzati fino ad un anno dopo l’entrata in vigore del presente regolamento. È opportuno che rimangano sul mercato sino ad esaurimento delle scorte.

(8) Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del comitato permanente per la catena alimentare

e la salute degli animali e ad esse non si sono opposti né il Parlamento europeo né il Consiglio,

Ha adottato il presente regolamento:

Articolo 1

L’allegato I del regolamento (Ue) n. 10/2011 è modificato conformemente all’allegato del presente regolamento.

Articolo 2

I materiali e gli oggetti in materia plastica commercializzati legalmente prima del 1 o gennaio 2013 che non sono conformi al presente regolamento possono continuare ad essere commercializzati sino al 1° gennaio 2014. Essi possono rimanere sul mercato sino ad esaurimento delle scorte.

Articolo 3

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione

europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

 

Fatto a Bruxelles, il 30 novembre 2012

 

Allegato

 

Modifiche al regolamento 10/2011/Ue

Formato: Documento PDF - Dimensioni: 425 KB


Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598