News - Aggiornamento normativo

Appalti e acquisti verdi

Milano, 23 maggio 2018 - 13:01

Appalto illuminazione, mancato rispetto "Cam" esclude impresa da gara

Appalti e acquisti verdi (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Appalto illuminazione, mancato rispetto "Cam" esclude impresa da gara

La stazione appaltante deve escludere dalla gara per la fornitura di apparecchi di illuminazione l'impresa che presenta un'offerta che non rispetta i criteri ambientali minimi (Cam) richiamati nel bando.

 

Il Tar Toscana con la sentenza 14 maggio 2018, n. 645 ha annullato l'aggiudicazione di una gara del Comune di Firenze per la fornitura di apparecchi di illuminazione con sorgente a Led. Secondo i Giudici va censurata la condotta della stazione appaltante che non ha ravvisato a carico dell'offerta proposta dall'impresa vincitrice il mancato rispetto delle caratteristiche tecniche prescritte dal decreto ministeriale 23 dicembre 2013 (oggi è il Dm 27 dicembre 2017) sui criteri ambientali minimi per l'acquisto di lampade richiamato integralmente dalla lex specialis di gara.

 

Correttamente in ossequio all'articolo 34 del Dlgs 50/2016 la lex specialis di gara richiamava i Cam illuminazione di cui al Dm 23 dicembre 2013, ma la stazione appaltante poi aggiudicava la fornitura a una impresa che avrebbe dovuto essere esclusa dalla gara in quanto la sua offerta non rispettava tali criteri ambientali minimi indicati nel capitolato. Conseguenza della condotta dell'Amministrazione l'annullamento dell'aggiudicazione disposto dai Giudici.

documenti di riferimento
Sentenza Tar Toscana 14 maggio 2018, n. 645

Appalti verdi - Fornitura di apparecchi di illuminazione - Criteri ambientali minimi (Cam) - Articolo 34 del Dlgs 50/2016 e Dm 23 dicembre 2013 - Rinvio della lex specialis di gara ai Cam - Offerta economica - Mancata inclusione dei Cam - Conseguenze - Esclusione dell’impresa dalla gara - Legittimità - Sussistenza

Dlgs 18 aprile 2016, n. 50

Codice dei contratti pubblici - Attuazione direttive 2014/23/Ue, 2014/24/Ue e 2014/25/Ue su concessioni e appalti pubblici

Dm Ambiente 27 settembre 2017

Criteri ambientali minimi per l'acquisizione di sorgenti luminose per illuminazione pubblica, l'acquisizione di apparecchi per illuminazione pubblica, l'affidamento del servizio di progettazione di impianti per illuminazione pubblica - Abrogazione Dm 23 dicembre 2013

Dm Ambiente 23 dicembre 2013

Appalti verdi - Criteri ambientali minimi per l'acquisto di lampade e l'affidamento del servizio di progettazione di impianti di illuminazione pubblica

SPECIALE Codice appalti (Dlgs 50/2016) ed ambiente
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598